sabato, 18 Settembre, 2021

Frico con le patate, cjarsons, brovada e muset, orzotto e gubana, tutti da provare per capire l’unicità del Friuli

La cucina friulana è una cucina rustica e semplice ma offre tanti sapori diversi: dalla carne al pesce la proposta è davvero invitante

Il toc’ in Briade

Nella cucina friulana uno spazio d’eccezione è occupato dalla polenta.

Sotto le feste natalizie, nelle zone incluse nella provincia di Pordenone, è molto diffuso il Toc’ in Braide, un piatto che sa di tradizione e di casa.

Il toc’ in Braide o, come è stato tradotto, “intingolo nel podere”, è un piatto semplice e gustoso, che nasce nella tradizione con lo scopo di rendere la polenta, pilastro anche della cucina padovana, quotidiana più saporita e corroborante.

La versione della pietanza che possiamo consumare oggi è leggermente diversa da quella degli anni passati: attualmente viene proposto in forma di polentina quasi liquida accompagnata da una crema di formaggi per adattarsi al gusto mutato.


In passato il toc in braide era più una crema di farina e latte accompagnata sempre da una crema di formaggi.

A tavola questo piatto ha l’aspetto e il sapore di ogni comfort food che si rispetti: un mestolino di polenta al centro del piatto, sovrastato da un cucchiaio di crema di formaggio e bagnato da una deliziosa salsa a base di burro e farina di mais avanzata dalla polenta. Perché si sa, non si butta via niente!

Musetto con fonduta di cipolle alla salvia

Il musetto è un insaccato simile al cotechino e è riconosciuto tra i Prodotti Agroalimentari Tradizionali Friulani e Giuliani.

Proponiamo di seguito una gustosa ricetta perfetta che ne prevede l’utilizzo.


Difficoltà
: media

Tempo: 30 minuti di preparazione e 50 minuti di cottura

Costo: basso

Vino in abbinamento: Colli Euganei Merlot

Ingredienti

Per la cottura del musetto:

  • 1 carota
  • 2 coste di sedano
  • 1 cipolla

Preparazione:

Per prima cosa, bucare il musetto con uno stuzzicadenti.

In una casseruola fare bollire in abbondante acqua salata la carota, il sedano e la cipolla.

All’ebollizione, abbassare la fiamma e immergervi il musetto.

Fare cuocere per 2 ore sempre a fuoco basso badando che il musetto non si rompa.

Pelare le cipolle e tagliarle a julienne. In un pentolino fare cuocere a fuoco lento la cipolla con l’olio e la salvia.

Aggiustare di sale e pepe. La cottura sarà ultimata quando si presenterà morbida e trasparente (nel caso tendesse ad asciugare, aggiungere poco brodo).

Quando il musetto sarà cotto, tagliarlo a rondelle di circa 0,5 cm. e servirlo con la fonduta di cipolle a media temperatura.

A cura di Ilenia Pennacchio

Tags: , , ,

Related Article

0 Commenti

lascia un commento

FOLLOW US

INSTAGRAM