loader image
martedì, 28 Maggio, 2024

Un’escursione che vi accompagnerà alla scoperta delle valli veronesi

A cura di Monica Penzo

La Dorsale 5 Valli è un itinerario lungo 32 chilometri e si snoda attraverso l’ambiente collinare del veronese: prati
verdi e paesaggi suggestivi vi accompagneranno per tutto il tragitto.

È un’esperienza che potete fare anche con i vostri bambini: la Dorsale 5 Valli offre, infatti, anche sentieri semplici e alla portata di tutti, esperti e meno esperti.

Questa lunga escursione attraversa cinque valli: Valpolicella, Valpantena, Val Squaranto, Val di Mezzane, Val d’Illasi. Da
qui, il suo nome.

Ma oltre alle valli, sul vostro cammino incrocerete anche: Vajo Borago, Vajo Galina, Vajo Paradiso e Vajo di Mezzane, tutti collegati l’uno all’altro da ulteriori allacciamenti.

La natura sarà la vostra fedele compagna di viaggio, ma non temete.

Oltre al suo profumo e alla fitta vegetazione, saranno tanti i borghi pittoreschi che potrete visitare.

Uno fra tutti, Moruri.

A dominare il borgo è la chiesa di San Zeno e, dietro alla torre campanaria, troverete uno splendido parco dove poter sostare per godersi un pranzo tranquillo o, semplicemente, per prendere fiato.

Ora però, fate una cosa… fermatevi e guardatevi attorno. Godetevi la vista: la Lessinia orientale è ai vostri piedi.

 

 

 

Villa Santina

A cura di Marco Macchini

Esistono numerosi aspetti che rendono la Carnia uno dei territori più amati e visitati del Nord Italia.

La Carnia può infatti vantare un paesaggio naturale di primo livello, dove le tipiche bellezze montane si alternano a verdi boschi e affascinanti vallate.

Accanto al contesto naturale, la Carnia ospita all’interno del suo territorio un gran numero di piccoli borghi tutti da scoprire, divisi tra storia e antiche tradizioni.

Villa Santina è un piccolo comune in provincia di Udine e, tra i 28 comuni della Carnia, è senz’altro uno dei più particolari.

Situato su una vasta pianura che si estende fino a Tolmezzo, Villa Santina è da sempre una meta gettonata da turisti ed escursionisti.

 

Le calde estati e i gelidi inverni donano al comune friulano caratteristiche uniche in grado di soddisfare le esigenze dei visitatori in ogni mese dell’anno.

Ciclisti ed escursionisti si danno appuntamento nei mesi più caldi per esplorare, a piedi o in sella a una mountain bike, le bellezze naturali che circondano il borgo, mentre in inverno Villa Santina si trasforma nel tipico paesino di montagna, con la neve a decorare le strade e le case del borgo.

 

San Pietro in Carnia

Sapete come si dice di solito, no? Teniamoci il meglio per ultimo! Questo è quello che devono aver pensato gli ideatori del Cammino delle Pievi, perché l’ultima tappa, la ventesima, si presenta come una delle più ricche e impegnative. 7,2km di lunghezza per un percorso che, partendo da Arta Terme, condurrà fino a San Pietro in Carnia.

Nel mezzo, ovviamente, incredibili scorci modellati sulle caratteristiche uniche del territorio carnico, tra verdi boschi e un paesaggio montano che conosce pochi eguali nel mondo.

Le difficoltà di questa ventesima tappa sono tutte racchiuse nella salita che collega le terme di Arta al Plan da Vincule.
Il sentiero, piuttosto ripido, si sviluppa attraverso delle peculiari serpentine che accompagnano gli escursionisti all’interno di un fresco bosco.

Il tragitto di quest’ultima tappa si conclude poi con la discesa a Zuglio, che segue la vecchia
mulattiera.

Un tratto meno faticoso, da affrontare comunque con il giusto livello di attenzione, che permetterà di raggiungere San Piero in Carnia.
Qui, per festeggiare la fine del Cammino dele Pievi, è più che doverosa una sosta ristoratrice in un ristorante tipico.

Menu