venerdì, 23 Luglio, 2021

Estate a Padova ai Giardini dell’Arena, Parco della musica e Parco Milcovich

Scopriamo i parchi di Padova, le zone verdi della città riqualificate per accogliere musica e spettacoli

Sono diventati dei veri e propri contenitori di eventi, spettacoli, concerti, questi tre parchi di Padova con lo scopo di far vivere e (rivivere) alcune zone periferiche della città.

In realtà i Giardini dell’Arena si trovano nel centro della città, proprio accanto alla bellissima cappella degli Scrovegni appartenenti al complesso dei Musei Civici “Agli Eremitani” , ma nel tempo non sono mai stati valorizzati nel giusto modo.

Ma quali sono le attività che questi parchi ci offrono? Iniziamo dal Parco della Musica di Padova, un’iniziativa della primavera-estate padovana molto amata e che ha fatto scuola nella gestione dei parchi cittadini.

Il Parco della Musica

Il Parco d’Europa, in zona Stanga, sta per essere allestito per il tempo e le serate libere e nel tempo ha ispirato la nascita di realtà simili in altri giardini della città, quelli che io chiamo i giardini estivi di Padova.

Al Parco della Musica quindi si può vivere il parco in modo piacevole e confortevole grazie alla presenza di bar e locali di qualità, panchine, sdrai, ombrelloni.

Il Giardino di Cristallo, una moderna serra di piante grasse da tutto il sorge laddove fino alla fine degli anni Settanta c’era un’industria chimica, la Snia Viscosa. Un parco collegato al lungargine del Canale Piovego a formare una preziosa oasi di verde in una zona che abbisognava proprio di questo.


Grazie al progetto del Parco della Musica 2021, si vuole dare ancora più vitalità al parco sia attraendo pubblico in occasioni di concerti ed eventi culturali sia proponendo attività per il relax ed il tempo libero.

Qualche esempio? Saranno ospiti Nicolò Fabi, Martina di X-Factor, Guido Catalano.

Per tutti i giorni sono stati organizzati giochi ed attività ricreative con corsi di zumba e cardio-fitness, yoga e molto altro ancora come si fosse in spiaggia!

I giardini dell’arena

Abbandonati al degrado per anni, i Giardini dell’Arena stanno vivendo un periodo di rinascita grazie ad un efficace intervento di riqualificazione pensato per animare e far rivivere questo bellissimo parco pubblico.

Questi giardini sono uno spazio verde importante, proprio per la loro collocazione.

e da qualche anno a questa parte, grazie ad un team di persone coadiuvate da partner e sostenute anche dalla pubblica amministrazione i Giardini dell’Arena sono tornati a nuova vita e possono rappresentare oggi una “best practice” su come riqualificare dal punto di vista ambientale e soprattutto sociale uno spazio pubblico, in questo caso un parco.

Il principio è semplice: i tanti giovani ma anche adulti che frequentano il parco tengono lontani spacciatori e malintenzionati e per richiamare le persone a vivere la zona.


Sono infatti moltissime le persone che tutti i giorni ci passano davanti e li attraversano, in particolari studenti e lavoratori pendolari che si recano a scuola e a lavoro.

Ci troviamo anche nelle immediate vicinanze di un’area di grande interesse culturale e quindi turistico. Addossata all’Arena c’è la Cappella degli Scrovegni, con lo straordinario ciclo di affreschi di Giotto, riconosciuto tra i capolavori dell’arte mondiale, la Chiesa agli Eremitani con gli affreschi del Mantegna e le tombe dei principi della Signoria dei Carraresi introduce al complesso dei Musei Civici.

Che dire? Finalmente!! Perché i Giardini dell’Arena sono davvero un bel parco, con begli alberi di alto fusto, le aiuole i vialetti curati lungo i quali è piacevole passeggiare, le fontane e giochi d’acqua e con la bella stagione, durante tutta la giornata, è possibile sedersi ai tavolini o sulle sedie a sdraio posizionate nelle vicinanze dei punti ristoro, bersi qualcosa e fermarsi per leggere un libro o addirittura studiare!

Parco Milcovich

Spostandoci più in periferia della città troviamo il Parco Milcovich, che da qualche anno ospita Arcella Bella e quest’anno ci terrà compagnia tutta l’estate 2021 nel rispetto delle normative sanitarie dovute all’emergenza COVID-19.

Come l’anno scorso ci sono gli stand dove si possono ordinare e magiare panini, pizze, bere birra, drink ed altre bevande dalle ore 18:00, con la novità del parco del bar Casetta Zebrina, aperto tutto il giorno e sarà presente anche l’Aperture Cocktail Bar, che si sdoppia per l’estate.

In alcune serate vengono proposte cucine etniche, camerunense, bengalese, tinisina ed altre, in collaborazione con l’associazione di quartiere Le Mille e Una Arcella.


Quest’anno il festival di Arcella Bella ospiterà l’arte, la musica, il teatro, la danza,  yoga, talks, spettacoli e molto altro.

L’ingresso è sempre ad offerta libera.

Anche questo, come per i Giardini dell’Arena si può definire un passo per la riqualificazione di una zona e di un parco…un po’ dimenticato!

A cura di Greta Monterosso

 

 

Tags: , ,

Related Article

0 Commenti

lascia un commento

FOLLOW US

INSTAGRAM