loader image
venerdì, 21 Giugno, 2024

A cura di Redazione

 

Palazzo Zabarella, uno dei gioielli storici di Padova, riapre le sue porte al pubblico con la mostra “Da Monet a Matisse. French Moderns, 1850–1950”. Questo affascinante palazzo, tra i più antichi della città, ospita la venticinquesima esposizione dedicata all’arte dell’800 e dei primi del ‘900, trasportando i visitatori in un viaggio attraverso capolavori intramontabili. Cinquantanove opere selezionate con cura, la mostra si sviluppa in quattro sezioni: natura morta, paesaggio, nudo e ritratti e figure.

Nella sezione dedicata alla natura morta, l’occhio viene catturato da opere iconiche come “Fiori” di Matisse, la dinamica “Composizione in rosso e blu” di Léger e la delicata “Natura morta con tazza blu” di Renoir. Un tripudio di colori e forme che evidenziano la maestria degli artisti che hanno rivoluzionato il concetto di rappresentazione realistica del mondo che ci circonda. Oggetti inanimati acquistano una personalità attraverso forme distorte e colori vivaci, a volte esagerati, portando i visitatori a considerare un’altra versione, o visione, degli oggetti quotidiani, i quali acquistano un’anima per la prima volta nella Storia dell’arte.

Tra scultura, paesaggio e figure

Un percorso pittorico e scultoreo che accompagna i visitatori sui passi cruciali che, tra “Ottocento e Novecento, cambiarono per sempre il modo di fare e concepire l’arte.

Palazzo Zabarella celebra così la bellezza intramontabile dell’arte francese, offrendo un’opportunità unica di immergersi nell’epoca d’oro dell’arte moderna. Con opere come “La salita” di Pissarro, anticipando il cubismo, il paesaggio non viene più concepito come mera raffigurazione del panorama ma come rielaborazione personale di ciò che l’artista vede e sente.

La sezione dedicata al nudo presenta sculture in bronzo di Rodin, che ha rivoluzionato l’arte scultorea dotando le figure immobili di emozioni e sensazioni raffigurate dalla potenza dei corpi.

La mostra si conclude con la sezione dedicata ai ritratti e figure, in cui spicca il magnifico ritratto di donna di Giovanni Boldini. Il pittore, interprete dell’avanguardia parigina e della moda femminile, facendo comprendere agli spettatori anche la dimensione di avanguardia culturale che circonda le vite degli artisti.

Cézanne, il padre della pittura moderna a Palazzo Zabarella 

Se desiderate capire a fondo come la pittura moderna ha cambiato per sempre il modo di fare e vedere l’arte, Palazzo Zabarella è la vostra destinazione. La mostra corrente si concentra sugli artisti francesi che hanno rivoluzionato i secoli a venire con le loro pennellate. Uno degli artisti piu’ famosi, protagonista della rassegna artistica, è Cézanne.

Cézanne ha spostato il focus dei suoi dipinti dalla resa dell’oggetto finale al focus sul processo creativo, puntando su ricerca e scoperta. Invece di rappresentare ogni forma al suo interno, ha utilizzato tocchi di colore e frammenti per guidare l’occhio dello spettatore attraverso il perimetro dell’oggetto e nello spazio vicino, rivelando l’illusione dualistica tra spazio tridimensionale e bidimensionale.

Tags: , , ,

Related Article

Menu