loader image
sabato, 13 Luglio, 2024

LA VIA DEI LAGHI

La bellezza di Desenzano del Garda, non solo turismo “di massa”

A cura di Valeria Bernardi

Chiunque decida di percorrere il lago di Garda (bicicletta o automobile che sia), non può esimersi dal programmare una tappa a Desenzano del Garda. Capitale della movida e del divertimento, offre ai più curiosi, località da esplorare in tutta calma.

Intanto non si possono non citare la Villa Romana con i suoi mosaici, il Duomo e il Museo Archeologico. Desenzano non è solo questo. Nelle colline che la cingono, troviamo la frazione di Vaccarolo. Il suo nome pare derivi da una frase di Carlo Borromeo, fermatosi per ristorarsi in zona.

Da visitare infatti, c’è la chiesa dedicata a San Carlo Borromeo, la cui costruzione pare sia intorno al 1632. Altro luogo poco noto, è Lavagnone, dove fu scoperto l’aratro più antico del mondo (attualmente
esposto al Museo Archeologico).

Più famosa, è sicuramente la torre di San Martino, con i suoi 64,5 mt di altezza, domina la zona, arrivando a mostrare il lago di Garda. San Martino e Solferino sono famose per la sanguinosa battaglia tra gli eserciti del Regno di Sardegna, francese e austro-ungarico della seconda guerra di indipendenza.

QUIETE E SPORT SULLE COLLINE MORENICHE

Scoprire Pozzolengo e i dintorni in bicicletta

Piccolo gioiello incastonato tra le colline Moreniche, Pozzolengo merita di essere scoperta.
Ancor di più su… 2 ruote!

Trasportati dalla naturale meraviglia della natura, è facile trovare relax fisico e mentale. Le colline
moreniche nascono dopo l’ultima glaciazione, circa 500.000 anni fa. Flessuose, queste colline vellutate,
invitano il ciclista a molti sali scendi.

Durante il tragitto, si possono ammirare torbiere, habitat naturale di flora e fauna locale.
Arrivando a Pozzolengo, piccolo e caratteristico borgo medievale, si vede il Castello, costruito sul monte Fluno e che dall’anno 1000, con la sua imponenza, segnala l’arrivo in paese. E domina tutta la zona.
Da non dimenticare assolutamente, che le dolci colline Moreniche, sono zona del famoso vino Lugana.
Perdendosi nel borgo ai piedi del Castello, la bicicletta può condurci davanti alla Chiesa di San Lorenzo (patrono di Pozzolengo). Una curiosità? Molte battaglie per l’unità d’Italia furono svolte proprio qui.

LIMONE SUL GARDA E LA CICLO PEDONALE SOSPESA

Situato presso la sponda occidentale del Lago di Garda, il borgo di Limone sul Garda è immerso in un tipico rigoglioso paesaggio mediterraneo ed è tra le località più ammirate e visitate del lago, dagli amanti dello sport, del relax e della natura.

Il clima particolarmente mite durante tutto l’anno l’ha resa famosa per la produzione degli agrumi, coltivati fin dal 1.700 nelle tipiche limonaie, ancora oggi in funzione e aperte al pubblico per visite e degustazioni.

Una delle mete più visitate, oltre al borgo stesso con le sue viuzze e scorci da cartolina sul lago, è la pista ciclopedonale sospesa, una delle più scenografiche in tutto il mondo.
Dalla vista impareggiabile, percorrendo la ciclopedonale si ha quasi la sensazione di pedalare a filo dell’acqua.

Parte di un progetto molto più ampio che costeggerà gran parte del lago di Garda, attualmente la parte della pista ciclabile ricopre circa 2,5 km di costa, per un totale di 5 km tra andata e ritorno.

Il consiglio è quello di percorrere partendo da sud e pedalando verso nord, calcolando 2 ore circa per l’intero tragitto di andata e ritorno, con apposite soste per godersi il panorama in tutta tranquillità. Percorrere la pista ciclabile sospesa di Limone in estate ci fa sentire come se fossimo in vacanza, per poi tuffarsi, a fine tragitto, nelle acque cristalline del suo lago.

Da non dimenticare, soprattutto nei periodi
di forte caldo, di mettersi in viaggio nelle ore più fresche, munirsi di crema solare, cappellino e acqua in abbondanza… per poi gustarsi un buon gelato al rientro, all’ombra degli alberi in riva al lago.

 

Tags: , , ,

Related Article

Menu