mercoledì, 8 Febbraio, 2023

Turismo, natura, sport e divertimento. La stagione invernale è al cancelletto di partenza.

a cura di Valeria Bernardi

L’altopiano di Asiago, con i suoi 7 Comuni, è un rinomato comprensorio delle Prealpi Vicentine, che offre ai suoi visitatori, una vasta quantità (e qualità di svaghi). Conosciuti come i “7 cari fratelli”, i Comuni dell’Altopiano sono: Asiago, Enego, Foza, Gallio, Lusiana-Conco, Roana e Rotzo.

Asiago è sicuramente il comune maggiormente noto. Città vivace e luminosa (il Vate, Gabriele D’Annunzio, la definì piccola e luminosa), offre a turisti e residenti la possibilità di trascorrere il proprio tempo in vie ampie, piazze eleganti, circondati da una natura incontaminata. Rasata completamente al suolo, è stata completamente ricostruita dopo la I° guerra mondiale. E’ possibile visitare il Forte Interrotto, il Sacrario  Militare, il Duomo di San Matteo, l’Osservatorio Astrofisico e molto altro ancora.

Gallio, il centro degli sport invernali per eccellenza. Offre, agli amanti dello sci, numerose opportunità di divertimento con le sue piste di sci alpino e di fondo. Non manca nemmeno un trampolino per il salto con lo sci e la possibilità di passeggiate con le “ciaspole”. Il paese dei 6 campanili, così è chiamato Roana. Composto da 6 frazioni, ognuna di esse ha, appunto, il proprio campanile.

Roana ha molte peculiarità. Oltre ad essere il centro della cultura Cimbra, offre la possibilità di un turismo archeologico (con reperti di epoca preistorica), culturale, naturalistico (con il laghetto Lonaba), d’avventura (con il parco acrobatico) e ovviamente anche di sport invernali.

Enego e la Torre Scaligera. Risalente al 1300 circa, la Torre è l’unica sopravvissuta alle quattro presenti in origine nel castello costruito dagli Scaligeri (loro residenza estiva). Enego offre anche un bellissimo Duomo e la “piana di Marcesina”, conosciuta come la “Finlandia d’Italia”. Ricca di verde, incontaminata, bellissima. D’inverno utilizzata per lo sci di fondo.

Foza, il secondo comune più antico, già riconosciuto nell’alto medioevo, ma sicuramente molto più remoto.

Lusiana-Conco mille ricchezze. Un vasto territorio che offre al visitatore storia (insediamenti risalenti a 11.000 anni fa), cultura (il Museo Etnografico ne è un esempio, oppure il Villaggio Preistorico, giusto per citarne un  paio), panorami mozzafiato, la natura del Giardino Botanico. E’ presente anche la campana più antica dell’altipiano, risalente al 1388.

Rotzo, la tranquillità che cerchi. Il più piccolo ed antico dei paesi dell’altipiano, così si può definire Rotzo. In Paese si trova la chiesa di Santa Margherita, risalente all’anno 1000, il più antico edificio di culto del comprensorio. Con la stagione invernale alle porte, come non parlare degli sport da praticare sulla neve! Le possibilità sull’altopiano sono praticamente infinite. Lo sci di fondo offre ai suoi praticanti qualcosa come 500 km di piste.

L’altopiano Di Asiago viene definito come “La Capitale dello sci nordico”. Con i suoi sei centri organizzati, offre agli appassionati di questa disciplina, la possibilità di praticare e imparare a chi parte da zero.

Lo sci alpino e lo snowboard: ad Asiago è presente uno snowpark, per chi desidera cimentarsi in spettacolari evoluzioni (con il casco). Numerosissime le piste di sci alpino, di altissimo livello anche i campi scuola. Per i più temerari c’è anche lo sci alpinismo.

Avete mai provato il telemark? La prima forma di sciistica conosciuta, con la sola punta dello scarpone attaccata allo sci. Numerosi anche i rifugi alpini, disseminati lungo le piste, pronti ad offrire  riposo e ristoro agli sciatori infreddoliti ma soddisfatti. e come non citare il pattinaggio e le passeggiate con le ciaspole.

Siete pronti a partire?

Tags:

Related Article

No Related Article

FOLLOW US

INSTAGRAM

CERCA PER PAROLA CHIAVE